Sulla funzione del Guaritore (Osho)

 

SULLA FUNZIONE DEL GUARITORE

di Osho




Di fatto, un guaritore non è veramente

un guaritore, perchè non c'è niente

che lui faccia.

La guarigione accade attraverso di lui,

lui deve solo annullarsi.

Essere un guaritore significa proprio

non essere.

Meno ci sei tu, meglio la guarigione

può accadere.

Più ci sei tu, più il passaggio è bloccato.

E' Dio, o il Tutto, o comunque tu

preferisci chiamarlo, il guaritore.

E' la Totalità a guarire.

Una persona malata è semplicemente

qualcuno che ha creato dei blocchi tra sè

e il Tutto, c'è una sconnessione.

La funzione del guaritore è di riconnettere,

di ricreare quel collegamento.

Ma quando dico che la funzione del guaritore

è di riconnettere, non intendo che il guaritore

debba fare qualche cosa.

Il guaritore è solo una funzione,

chi fa è Dio, il Tutto...

... Entra in quel contesto con profonda umiltà:

abbi un profondo rispetto per il paziente.

Mentre lo curi, metti a disposizione

tutto il tuo sapere e diventa semplicemente

un tramite per l'Energia di guarigione

del Divino.

Allora guarire diventa quasi un'esperienza

di preghiera, un'esperienza di Dio,

dell'Amore, del Tutto.